Recent Posts

Siracusa Rock & Metal Fest

November 5, 2019

 

 

 

 

 

31 ottobre 2019, it’s Samhain night e quale occasione migliore per una serata a tema. Siracusa risponde all’appello ed ecco quindi il Siracusa Rock & Metal Fest : Halloween Massacre! Si parte con i Joke Addiction, band siracusana attiva da diversi anni. Il te

 

rzetto propone un hard rock/ heavy/groove. Ottimi i brani inediti con Andrea Campisi in gran forma sia sulle parti cantate che con la chitarra. I pezzi scorrono veloci e il riff di My Life Is A Bad Guy porta la band al top della loro esibizione. Piuttosto discutibile la scelta di suonare, in chiusura, War Pigs dei Black Sabbath, che poco si addice alla carica che danno i loro inediti. Nonostante tutto bel lavoro ragazzi, e che inizio!
È il turno dei Whispering Haze, melodic death metal band catanese. Il quintetto impone il suo set devastante sin da subito iniziando con The Gathering/Worshippers. I brani sono estratti dal loro primo album attualmente in fase di ultimazione. Il pubblico apprezza e con The House e Sacred To Death si scatena il pogo. Tocca a We’re Not Alone e The Secret dove il cantante Giuseppe Fragola da sfoggio della sua potenza vocale attraverso il suo violentissimo growl. Disappunto per la set list tagliata a causa del ritardo accumulatosi precedentemente. Ci sarà occasione per rivederli!
La serata volge al termine con un classico indiscusso del metal nostrano, i Memories of a Lost Soul. La band calabrese è attiva da ben 24 anni e chiunque nella scena metal nostrana sa di chi stiamo parlando! Si inizia con They’re Coming From The Light e The End Of Coming Light. La regolazione dei volumi non è delle migliori e ciò non permette di apprezzare i brani per quello che realmente sono. Come se non bastasse anche sulle parti di batteria c’è qualche intoppo. Per fortuna ci pensa Buzz a rendere il giusto valore alle cose con la sua super prestazione vocale e chitarristica! The Beginning Of An End, Eternal Darkness, fanno capire che la band ha ancora tanto da poter esprimere nonostante la sua lunga attività. Il pubblico è presente e la successiva Destiny Awaits No One viene accolta con un’ovazione e accompagnata da un pogo selvaggio. Il brano è un autentico capolavoro del progressive death ed esplode grazie ai riff serratissimi di chitarra nelle strofe e a quello malinconico della tastiera nei ritornelli. A dir poco fantastico! Le successive The Darkest Aenima e Staring At God’s Eyes non sono da meno e ci portano verso la fine dell’esibizione.
La serata si chiude tra applausi e braccia alzate. È tutto per questa notte di Halloween. Appuntamento alla prossima!

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

October 13, 2020

October 8, 2020

September 30, 2020

September 30, 2020

Please reload