Recent Posts

Grief Collector - From Dissension to Avowal"


La sola intro dice tutto,il passato non viene mai dimenticato, come un suono tetro che viene dal profondo.

Cosi si apre questo lavoro 2019 targato Grief Collector band Doom Metal capitanata dall'istrionico Robert Lowe singer dei SOLITUDE AETURNUS con una esperienza con i padri fondatori svedesi CANDLEMASS, la prima traccia strumentale si muove ipnotica verso i meandri tetri della psiche umana ma e' solo una manciata di secondi per fare esplodere la tenacia di una band che sa benissimo il ruolo che copre nel panorama doom strizzando l'occhio agli Anathema del capolavoro THE SILENT ENIGMA.

La seconda traccia Eyes of Fog oscura e arcigna colpisce l'ascoltatore al primo ascolto come una autentica glorificazione , grande ROBERT LOWE che con grande esperienza disegna linee vocali di grandi impatto, ogni cosa , ognuno strumento e' ben oliato pe

r incidere e lasciare l'ascoltatore emozionato fino alla fine del brano, inizio degno di nota per chi scrive, visto che il doom metal ha vita dai primi anni 70 con i padri fondatori BLACK SABBATH, una partenza col botto.

Consuming Indignation inizia molto profonda ed emozionante per poi proseguire con il suo riffage pesante e assassino, batteria suonata con grande maestria e passaggi mozzafiato di basso rendono l'idea di come si possa esplorare un genere che ha dato vita a tutti i sottogeneri dell'heavy metal in un solo istante, momento cruciale per scuotere la testa nella parte centrale del pezzo in esame con una voce sontuosa dove i picchi artisti arrivano a livelli inauditi e un assolo da urlo......ad averne!!!!


A Mornful Pact e' un martello pneumatico che vuole subito mettere le cose in chiaro, il basso si muove sinuoso attraverso le ritmiche e le linee vocali e la chitarra ne disegna la via, d'altronde il doom e il destino tradotto in heavy metal, lento e tenace questo brano colpisce per la sua epicita'e nel sapere coniugare semplicita' ed enfasi allo stesso tempo, assolo superlativo ancora di gran classe dove non viene lasciato nulla al caso.

Of Misery and Woe e' il brano che vuole sperimentare l'essenza di questa band, qui la voce troneggia suprema come un mare in tempesta e l'estasi arriva a livelli di guardia lasciando l'ascoltatore inerme, un assolo di chitarra acustica nel bridge ne disegna i contorni, da strapparsi le mani e le vocals di ROBERT LOWE lasciano una emozione interiore alla fine del brano.

To Grips ripercorre i tratti salienti del doom metal , eccelso e prorompente il brano si muove attraverso un chorus oscuro e opprimente, il bridge centrale si apre con un assolo magnifico e ben studiato, insomma ancora una volta possiamo urlare al miracolo, grandioso!!!!!!, per poi continuare la sua litania ipnotica di inizio disco e una voce degna dei maestri del genere.

Grande lavoro per questi GRIEF COLLECTOR che confermano il buon status di ritorno del doom metal , come ho detto ad averne di questi lavori suonati con grande maestria e grande passione e cuore soprattutto.






VOTO; 8,5, nonostante sia un lavoro Doom Metal i picchi stanno nella produzione e nell'ottimo rapporto con i musicisti e la conoscenza del genere in se stesso.


Se siete incuriositi da questo progetto coniugato da artisti del calibro di ROBERT LOWE(SOLITUDE AETURNUS-CANDLEMASS)

e membri di AMONG THE SERPENT E SIGN OF REIGN, potete seguire la loro pagina su facebook per informazioni a riguardo.

https://www.facebook.com/GriefCollector/





Redatta da Domenico Costa, conosciuto come "Mimmo Whiplash", fondatore ed HeadChapter del MY FRIENDS OF SICILY, fans club siciliano ed italiano dei Metaliica,riconoscuto ufficialmente da loro stessi.